fbpx
null null
  • Home
  • News
  • club

GIORNO DELLA MEMORIA: IL VALORE DI RENZO CAVALLINA

Parma, 26 gennaio 2024 - “Il valore di un calciatore si può stabilire dalle sue prestazioni, dai suoi risultati individuali e di squadra. Il valore di un essere umano si può comprendere anche e soprattutto dalla forza dei suoi gesti e dal peso delle sue scelte. Il ricordo di Renzo Cavallina, calciatore, portiere, uomo, ci insegna proprio questo”.


Le parole che accompagnano la storia del Parma Calcio, raccontano anche la vita di un uomo come Renzo Cavallina. Davanti allo stadio Ennio Tardini, c’è una pietra d’inciampo che recita questa frase: “A Parma abitava Renzo Cavallina, nato 1921, catturato 8.9.1943, internato, Berlino-Lichterfelde, Liberato”. Poche parole che riassumono la scelta di un uomo, la sofferenza, il grande coraggio.

Dal gennaio 2021 in piazzale Risorgimento è stata posta una pietra d’inciampo e il Parma Calcio, nel Giorno della Memoria, lo vuole ricordare. Per trasferire la sua storia, dai più grandi ai più piccoli. Che sia di esempio per tutti.

null

Alla presenza del Chief Operating Officer Stefano Perrone, dello SLO e Corporate Social Responsability Giuseppe Squarcia e del Responsabile del Settore Giovanile Mattia Notari, oggi è stata “convocata” la formazione della Primavera gialloblu accompagnata dallo staff al completo: un momento molto intenso, durante il quale è stata raccontata la storia di Renzo Cavallina e a tutti i presenti il Club ha voluto donare il libro “110 Cuori Crociati”.

Oltre alla visita davanti alla pietra d’inciampo, il momento si è allargato anche ad una visita all’interno del Museo “Ernesto Ceresini”, per riassaporare la storia del nostro Club. 

null

Come ad ogni ricorrenza, nel Giorno della Memoria, erano presenti la figlia di Renzo Cavallina, Ada, e le nipoti Letizia e Raffaella Calestani: a loro il Parma Calcio ha donato un mazzo di fiori. 

This site is registered on wpml.org as a development site.