fbpx
null null
  • Home
  • News
  • prima squadra maschile

L’ALLENATORE FABIO PECCHIA: “SENZA CALCOLI CONTRO UNA SQUADRA DA PRIMATO”

Collecchio, 23 febbraio 2024 - Le dichiarazioni dell’allenatore Fabio Pecchia, durante la presentazione del match contro il Como, rilasciate nella sala stampa del Mutti Training Center di Collecchio.

 

COMO AMBIZIOSO, GIOCA PER IL PRIMATO

Mi dispiace per Baselli e Kone, hanno subito due infortuni gravi e mi dispiace per i ragazzi. Ma non vedo una squadra in flessione, perché a Palermo ha fatto una partita importante e il risultato inganna. Soprattutto nel primo tempo, fino al gol di Brunori, ho visto una squadra viva, bella, con idea e ritmo, con calciatori in grado di fare giocate di qualità e in velocità. Pensare di affrontare una squadra in difficoltà è lontano dal mio pensiero. Mi aspetto una squadra che ha avuto lo stesso atteggiamento a Palermo. Anche con il cambio di allenatore, la squadra ha avuto un’identità totalmente diversa, a prescindere da quelli che saranno gli uomini in campo. Credo che l’identità e la filosofia rimangano. Affrontiamo una squadra che vuole giocare e che non rinuncerà. Soprattutto davanti, con Strefezza, Verdi, Da Cunha, ha calciatori molto abili nello spazio e noi lì dovremo lavorare molto bene. Dobbiamo essere svegli a capire subito quale sarà il tipo di atteggiamento del Como, così come contro il Pisa per capire lo sviluppo che vuole fare l’avversario. Sarà una partita simile al match con il Pisa. Ogni partita ha 3 risultati, non necessariamente due su tre… La squadra ha dimostrato di voler giocare per vincere, senza fare calcoli e stare sul campo. Un tandem di allenatori stranieri? Sul campo la lingua uguale per tutti, non c’è nulla di particolare rispetto a quello che dobbiamo fare noi. Il Como è molto chiaro, anche negli obiettivi. Quello che ha dimostrato nel mercato estivo, nel mercato invernale e le indicazioni che dà sono molto chiare. Una squadra ambiziosa, un Club ambizioso e gioca per il primato al di là di chi scenderà in campo. Ha dimostrato di essere un Club che vuole giocare per la promozione e quindi affrontiamo una squadra di spessore”. 

IL TOUR DE FORCE FINO A MARZO

Le prossime 5 partite? Ogni partita più si avvicina, più si avanti, più sarà sempre così. Ci sono tante squadre che si devono affrontare in una posizione di classifica, è chiaro che alcuni percorsi possono essere decisivi. Noi come Parma dobbiamo pensare alla nostra partita di sabato e al tipo di partita che dovremo fare sotto l’aspetto tattico, tecnico, mentale e sempre con lo stesso spirito. Tre match in 6 giorni? Al di là del turno infrasettimanale, ci sarà spazio per tutti i calciatori. Le partite sono molte, la stanchezza può raggiungere chiunque e quindi abbiamo bisogno di un ricambio continuo. Spazio per tutti”.

 

LA QUALITA’ IN PIU’

La leggerezza di una squadra giovane deve essere l’arma in più. La squadra deve giocare per vincere le partite, non voglio essere ripetitivo. Entrare in campo e vivere da prima in classifica deve essere un piacere e vogliamo meritarcelo sul campo. Senza calcoli, rendendo la squadra leggera il più possibile, vibrante in mezzo al campo ma leggera soprattutto di testa. Siamo per la pace, non ammazziamo nessun campionato. A Como ho vissuto di tutto, anche una gioia immensa. Ma l’anno scorso forse una giornata particolare, però fa parte della storia e conta poco. Conta il match di sabato con una squadra diversa, dobbiamo essere solo concentrati sul nostro match perché su quello possiamo incidere e fare. Temporale e pioggia, campo pesante? Giocheremo, bisogna adattarsi al campo, e saper vivere. Se dovremo giocare palla lunga, giocheremo palla lunga e tutti in avanti. Questa deve essere la maturità, l’intelligenza del gruppo. Possiamo fare le cose in un modo o nell’altro, ma l’importante è sapersi adeguare. Se le condizioni meteorologiche saranno proibitive, dovremo essere in grado di capire e renderci conto di cosa è più efficace per vincere la partita”.

This site is registered on wpml.org as a development site.